Sul Cammino di Santiago fischiettando l’Internazionale: Ligonde – prima della partenza

camino-santiago_5.jpg

22 agosto 2010

La notte è passata in maniera meno problematica di quanto mi aspettassi. Considerando che era la mia prima notte in un prato, direi che ho dormito più di quanto credessi. È stato strano notare che la notte fosse più buia alle cinque che all’una, complice una un po’ inquietante luna piena.

Tutto sommato è stata una nottata suggestiva, anche se mi ha confermato che decisamente non sono portato per queste cose, datemi pure del viziato!

Ieri sera abbiamo conosciuto un personaggio spagnolo stupendo, un ragazzo che è partito a piedi da Madrid apparentemente senza un euro e che si nutre di quello che trova. Ieri sera mangiava estasiato delle ortiche che teneva in un sacchetto pieno d’acqua probabilmente non potabile.

Questo idolo parlava italiano in quanto ha vissuto sette mesi a Torino dopo essersi trasferito per una ragazza con la quale è stato poi solo due settimane… Ci è stato presentato da una ragazza alquanto strana conosciuta ieri che dice di aver intrapreso il cammino francese dopo aver rinunciato a fare quello del nord.

Insomma in questo viaggio si incontrano persone di tutti i tipi, fortunatamente non sembrano esserci troppi invasati religiosi, a parte un gruppo di italiani con i quali sto facendo colazione, guidati da un frate in saio e che a più riprese ieri sera si lanciavano in preghiere e salmi.

Noi, come direbbe Piero, teniamo alta la bandiera del pellegrinaggio laico, fischiettando l’Internazionale… Futura Umanità! Carichi anche per oggi!

Domenico Cerabona @DomeCerabona

Leggi tutte le tappe del Cammino di Santiago:

Post Correlati

Leave a comment

Devi essere loggato per commentare.