Oscar 2018: chi vincerà, chi dovrebbe vincere

Questo articolo sugli Oscar è un giochino di pronostici che faccio ogni anno, ma questa volta mi sembra un po’ meno superfluo del solito.
In fondo, domenica dovremo trovare il modo di distrarci prima di guardare per l’ennesima volta in faccia l’abisso, ed entrare in cabina elettorale indecisi se affidare il Paese a Di Maio – o qualche altro misterioso leader di centrodestra e centrosinistra che in questo momento non mi viene in mente.
Se dipendesse da me, metterei tutto in mano a Sgarbi. Giusto per farmi qualche risata. Ma bando alle digressioni. Chi vincerà le elez… ehm, gli Oscar quest’anno?

MIGLIOR FILM STRANIERO
  • Chi vincerà: Loveless
  • Chi dovrebbe vincere: The Square

Credo che in questa categoria se la giocheranno il film russo Loveless, definito capolavoro più o meno ovunque, e il cileno A Fantastic Women, una tragedia con protagonista una donna trans interpretata dall’attrice trans Daniela Vega. Essendo tutti film importanti, maturi e socialmente impegnati, non ne ho visto mezzo.
L’unico che ho visto è il fantastico The Square del regista svedese pazzo Ruben Östlund a cui voglio un mondo di bene e per cui faccio spassionatamente il tifo.

MIGLIOR FILM DI ANIMAZIONE
  • Chi vincerà: Coco
  • Chi dovrebbe vincere: Coco

Categoria assolutamente senza partita. Coco è un gran bel film e l’unico vero candidato alla vittoria.

MIGLIORI EFFETTI VISIVI

Il buon senso e la logica impongono che questo sia l’anno delle scimmie e della Weta Digital.
Il lavoro fatto nel corso dell’intera trilogia, ma in particolare nel suo ultimo film, è assolutamente straordinario: l’Oscar rappresenterebbe un riconoscimento all’intera saga, premiata in occasione del suo capitolo finale.

MIGLIOR SOUND MIXING
  • Chi vincerà: Dunkirk
  • Chi dovrebbe vincere: Baby Driver

Quando sei in dubbio nelle categorie dedicate al suono, la cosa migliore è andare sui film di guerra. Uno degli aspetti più universalmente apprezzati di Dunkirk è il lavoro sul sonoro, ma se si parla di mixaggio e unione suono-musica non c’è nessun candidato più meritevole dello spettacolare Baby Driver.

MIGLIOR MONTAGGIO SONORO
  • Chi vincerà: Dunkirk
  • Chi dovrebbe vincere: Baby Driver

Stesso discorso che sopra, con l’incognita di una possibile vittoria a sorpresa di Star Wars, da sempre un “colosso” a livello di impianto sonoro.

MIGLIOR SCENOGRAFIA
  • Chi vincerà: The Shape of Water
  • Chi dovrebbe vincere: Blade Runner 2049

Il film di Del Toro è un vincitore praticamente scontato per questa categoria, ma il lavoro sugli ambienti, sia interni che esterni, di Blade Runner 2049 è eccezionale.

MIGLIORI COSTUMI
  • Chi vincerà: Il Filo Nascosto
  • Chi dovrebbe vincere: Boh

Il Filo Nascosto è un film che parla di un designer di abiti e ha praticamente la statuetta in mano prima di salire sul palco. Non ho visto il film di Anderson quindi non mi esprimo sui costumi o su chi dovrebbe vincere.
L’unica altra opzione è La Bella e la Bestia, che però ha meno possibilità.

MIGLIOR TRUCCO
  • Chi vincerà: Darkest Hour
  • Chi dovrebbe vincere: Darkest Hour

Trasformare Gary Oldman in Winston Churchill non è esattamente banale e il truccatore veterano Kazuhiro Tsuji, tornato dalla pensione apposta per questo film, ha la certezza quasi matematica di portarsi a casa la vittoria.

MIGLIOR COLONNA SONORA ORIGINALE
  • Chi vincerà: The Shape of Water
  • Chi dovrebbe vincere: Il Filo Nascosto

Per me quando si parla di Jonny Greenwood, chitarrista dei Radiohead e compositore di più opere di Paul Thomas Anderson, l’obiettività viene meno.
Purtroppo il suo lavoro su Il Filo Nascosto sarà difficilmente riconosciuto, mentre Alexandre Desplat ha maggiori possibilità degli altri di ricevere l’Oscar per una composizione romantica e delicata.

MIGLIOR CANZONE
  • Chi vincerà: “This Is Me”, The Greatest Showman
  • Chi dovrebbe vincere: “Mystery of Love”, Call Me by Your Name

Il brano di The Greatest Showman è la classica ballatona acchiappa-premi. “Mystery of Love” è un pezzo super-indie, un ascolto non semplicissimo o orecchiabile ma romantico e struggente.

MIGLIOR MONTAGGIO
  • Chi vincerà: Dunkirk
  • Chi dovrebbe vincere: Baby Driver

I due film sopracitati sono tra i meglio montati dell’anno, e forse anche degli ultimi 5-6 anni. Credo che Dunkirk riceverà il maggior numero di premi “tecnici”, e in fondo se li merita anche.

MIGLIOR FOTOGRAFIA
  • Chi vincerà: Blade Runner 2049
  • Chi dovrebbe vincere: Blade Runner 2049

Questo sarà l’anno del premio “alla carriera” di Roger Deakins, meritato e strameritato per quanto fatto nell’ultimo Blade Runner, che è un film dalla fotografia impressionante.

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE

Questa potrebbe essere la classica “categoria-contentino” per Get Out, un film (giustamente) amatissimo dalla critica americana.
Personalmente però non trovo confronti con il lavoro quasi “drammaturgico” e teatrale fatto da Martin McDonagh, uno dei pochi autori capace di scrivere dialoghi inconfondibili, divertenti e strazianti al tempo stesso.

MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

Un altro Oscar-contentino potrebbe arrivare in questa categoria, che indicherà un film stranamente poco considerato nelle altre categorie.
Per quanto mi riguarda, l’opera di Guadagnino è forse il miglior film del 2017, e Ivory merita comunque un riconoscimento nell’avere adattato l’opera originale con sensibilità e delicatezza.

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
  • Chi vincerà: Sam Rockwell
  • Chi dovrebbe vincere: Sam fuckin’ Rockwell

Uno dei miei attori preferiti, un interprete capace di rendere appassionante anche il suo personaggio da operetta di Iron Man 2.
Sam Rockwell è un grande caratterista che merita tutti i premi del mondo.

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA
  • Chi vincerà: Allison Janney
  • Chi dovrebbe vincere: Laurie Metcalf

Qui è una gara tra “mamme cattive” in film piccolini e quasi totalmente al femminile.
Allison Janney è una veterana di cinema e televisione e probabilmente sarà la sua notte.

MIGLIOR ATTORE
  • Chi vincerà: Gary Oldman
  • Chi dovrebbe vincere: Timothée Chalamet

La vittoria di Oldman è quotata più o meno come uno Juventus-Sassuolo a metà campionato.

MIGLIOR ATTRICE
  • Chi vincerà: Frances McDormand
  • Chi dovrebbe vincere: Sally Hawkins

Qui è leggermente più difficile.
La McDormand ha vinto tutto il vincibile nei premi che hanno preceduto gli Oscar, ma Sally Hawkins oppure Saoirse Ronan potrebbero avere qualche numero.
Personalmente ho trovato bravissima la protagonista di The Shape of Water, in un ruolo ad altissimo rischio “esplosione di faccette”.

MIGLIOR REGISTA
  • Chi vincerà: Guillermo Del Toro
  • Chi dovrebbe vincere: Guillermo Del Toro
oscar - Il regista messicano Guillermo Del Toro
Il regista messicano Guillermo Del Toro

La gara sembra essere sostanzialmente tra Del Toro e Nolan, ma vedo di gran lunga favorito il regista messicano.
Se potessi votare, sarebbe anche la mia scelta: a Del Toro voglio intrinsecamente bene anche solo perché mi ha regalato Blade 2, Hellboy: The Golden Army e quel filmone della madonna che risponde al titolo di Pacific Rim.
Con The Shape of Water ha dimostrato di essere capace di una insospettabile sensibilità “paracula”, che trasforma un film di mostri in un inno al potere salvifico del cinema.
Impossibile non volergli bene.

MIGLIOR FILM
  • Chi vincerà: Three Billboards Outside Ebbing, Missouri
  • Chi dovrebbe vincere: Call Me by Your Name

Quest’anno è particolarmente difficile prevedere chi vincerà l’Oscar per il miglior film.
Tra Tre Manifesti, The Shape of Water, Dunkirk e perfino qualche possibilità all’outsider Get Out, non c’è un candidato chiaramente favorito o un vincitore annunciato.
Chi sicuramente non vincerà è Guadagnino, ma va bene così: l’anno prossimo potrò tornare ufficialmente a odiarlo quando farà uscire il remake di Suspiria.

Davide Mela

Post Correlati

Leave a comment

Devi essere loggato per commentare.