Ha vinto Antonio

Perdonate la foto sfocata:
siamo io e Antonio, a grigliare
durante una Festa

Sì, io ho votato (e voterò) Bersani, ma il mio vero vincitore è Antonio.

Antonio lavora alla Fiat ed è un gran lavoratore. Però è anche un militante eccezionale.

Da quando abbiamo aperto l’ufficio elettorale in Fondazione per le preregistrazioni, lui in base ai turni in Fiat si presentava prima o dopo il lavoro, per registrare chiunque venisse. I moduli erano tanti e noiosi da compilare, ma lui ha sempre avuto un sorriso per tutti, riusciva persino a farsi dare i 2 euro di sottoscrizione senza proteste.

Una sera in cui facevano le registrazioni, a margine di un grande evento in Fondazione, Antonio non ha ascoltato un secondo del dibattito a cui prendeva parte il Sindaco di Torino, perché era impegnato con le registrazioni: ha scritto per tre ore senza mai fermarsi perché le persone da iscrivere non finivano mai.

Quando mi stavo per disperare per la carenza di scrutatori al seggio di cui ero presidente, Antonio si è offerto volontario per darmi una mano. Si è presentato alle 7 ed è rimasto sino alle 21, con una pausa di 20 minuti per pranzare.

Le persone come Antonio mi fanno credere ancora che la politica è bella, bellissima. E che un partito, il mio partito, che è in grado ancora di avere al suo interno persone come Antonio, è un partito nel quale vale la pena di militare.

Domenico Cerabona
@DomeCerabona

Post Correlati

Leave a comment

Devi essere loggato per commentare.