È crisi: come interpretare la giornata di oggi

RenziLetta.jpg

Il bello delle crisi di governo che si generano dal niente è che ti piombano tra capo e collo, per esempio mentre il sito è in un periodo di stress-test. In ogni caso, tre o quattro concetti utili ad interpretare questo passaggio-chiave:

  1. Siamo di fronte ad un errore strategico-comunicativo di Renzi. I detrattori dicono che non è il primo; senza dubbio fino ad ora è il più grave. È un errore strategico perché, nel momento in cui vuoi fare il ribaltone, non puoi far vincere un round a colui che ribalterai. E ieri Letta il suo round l’ha vinto, riuscendo ad uscire come vittima dalla palude della sua azione di governo. È un errore di comunicazione perché il PD ha fatto una figura da “vecchio PD”, cioé tutto quello contro cui Matteo si è infervorato.
  2. Enrico Letta ha avuto una reazione ridicola: appena i fumi si sono addensati i sapientoni della sua squadra si sono inventati il Documento Salva Italia. A scoppio ritardato e nemmeno con un nome così originale (esci da questo corpo, Monti!).
  3. Buon intervento di Cuperlo, che ha tenuto un discorso da leader. Non leader della sua corrente, leader del partito. Ma predica nel deserto.
  4. Berlusconi se la ride.
  5. Grillo di più.

Francesco Cottafavi
@FCPCottafavi

 

   

Post Correlati

Leave a comment

Devi essere loggato per commentare.