Cinque clamorose gaffes nella fiction dedicata a Gigi Meroni

gigi_meroni_sito_web.jpg

Non spareremo sulla Croce Rossa pubblicando un’analisi critica sul valore cinematografico de “La farfalla granata”. Ci limitiamo a elencare cinque clamorose gaffes, errori macroscopici in cui è incappata la regia.

1. Il Genoa si allena all’Olim… ehm al Comunale di Torino.

2. Gigi adulto è ovviamente destrorso, ma il Gigi bambino che gioca nel campetto della parrocchia è mancino.

3. La soffitta di Meroni è, correttamente, in piazza Vittorio. Peccato che in un dialogo diventi corso Vittorio.

5. Il famoso pallonetto contro l’Inter è segnato sotto la Maratona nella fiction, e a San Siro nel filmato d’archivio che completa l’azione e la scena. Ancora: perché?4. Nella pessima ricostruzione dello stadio, si espongono striscioni di foggia chiaramente moderna e plastificati. Passi. Ma la bandiera anni ’80 con il toro rampante stilizzato e i 7 scudetti? Era proprio necessaria?

Una storia di calcio con a corredo una storia d'amore diventa per i geniali sceneggiatori Rai una storia d'amore (frusta) con a corredo una storia di calcio.

Una storia di calcio con a corredo una storia d’amore diventa – per i geniali sceneggiatori Rai – una storia d’amore (frusta) con a corredo una storia di calcio.

.

Andrea Donna
@AndreaDonna

Post Correlati

Leave a comment

Devi essere loggato per commentare.